2 Dicembre 2021
No menu items!
HomeRubrichePoesieUna palla di stracci

Una palla di stracci

Nuvole di rena bianca

s’alzavano sulla riva

sospinte da piedi nudi.

A nessuno interessava

colore o provenienza

di chi dribblava con la palla

tenuta insieme dalla colla.

In un’ora così tarda

quel gruppo di ragazzi

mondo fraterno

di Neri e di Bianchi

accalorati e stanchi

tra gli ultimi bagnanti,

scrutavano il portiere

e aspettavano il rigore.

GOAL!

E nel cielo si disperse il  grido.

Il calcio una metafora di vita?

Nello spazio misterioso degli eventi

è un inno alla poesia perduta

il volo di una palla di stracci.

 

Marina Cozzolino

27 giugno 2020

(Invio questa mia poesia come omaggio al simpatico e sagace racconto di Tonino Sitzia  “22 giugno 1970: certus in su bar”. La poesia è stata pubblicata nell’antologia “Scrittori nel pallone” , Kalb Edizioni, 2019).

Articoli correlati

Le case

Autunno

Rispondi

Please enter your comment!
Scrivi il tuo nome e cognome

TAG

I più letti