22 Ottobre 2021
No menu items!
HomeRubrichePoesieLibero arbitrio

Libero arbitrio

Libero arbitrio

Se la crudele sete del tempo
inesorabile ci prosciuga…
Se la sete inestinguibile del tempo
senza scampo ci dissecca,
dov’è, dov’è allora la via?
Dove l’uscita, dove la fuga?
Sciocchi, senza fine incorreggibili
sguazziamo in un brodo
di stupefacenti speranze
e in quella poltiglia stremati affoghiamo.
Ingenui che vogliamo
dare un senso al caos
dalle cui schiume
per un caso d’inspiegabili
probabilità siamo affiorati.
Se la crudele sete del tempo…
Già! Il tempo
Signore assoluto dell’Universo,
il tempo -enigma degli enigmi.
Lo so, lo so cari compagni
-L’assurdo cosmico dell’esistenza
s’intreccia con l’assurdo
storico del capitalismo:
ciò ben sapiamo e ciò non dimentichiamo.

Luglio 2012

Articolo precedenteL’aiuto diverso
Articolo successivo“Come non piangenti”
Articoli correlati

Autunno

Avanguardie

Dal balcone

Rispondi

Please enter your comment!
Scrivi il tuo nome e cognome

TAG

I più letti