2 Dicembre 2021
No menu items!
HomePrimo PianoSulla campagna elettorale

Sulla campagna elettorale

Le campagne elettorali  sono agitate dalla propaganda dove cose serie si intrecciano con l’inevitabile demagogia.  Tutto un fermento di incontri, di confronti (anche polemici), di dialogo, di programmi, di parole dette (anche urlate dai megafoni) e parole scritte. E l’invasione capillare delle “immaginette” di sorridenti candidati. Così è stato anche a Elmas. Qui di seguito solo alcune considerazioni con molti punti interrogativi.

Identità

Comincio con una parola (in rilievo in un programma elettorale) usata con l’intento di dare un “carattere” alla comunità di Elmas: “Paesitudine”. Si tratta di un neologismo (comunque, come ogni invenzione interessante): per intendere forse l’italiano “paesismo”?  Che cosa è, come definirlo? Mi pare cosa vaga, sfuggente. Volendo tradurlo in “limba”potremmo dire “bidhunculamini”, da bidha. La parola sarda ne altera e svilisce il significato, o è più efficace? C’è poi chi tiene a dichiararsi “masese Doc”  mettendo così in rilievo una circoscritta e indefinita identità paesana. Ora con “Doc” ci si riferisce a prodotti (specialmente vino) che ne garantiscono la zona di produzione. Riguardo alle persone viene usato scherzosamente per dire genuino, autentico: cosa verificabile per un prodotto, invece alquanto incerta e più complessa  per gli esseri umani. La questione è quella dell’identità, cosa in continuo divenire così come lo è ogni singolo individuo che entra in rapporto con gli altri in una comunità. Questione che richiederebbe approfondimento, confronto, dialogo. Cosa che potrebbe esplicarsi anche tramite il sito di Equilibri.

La laguna

La laguna di S. Gilla è un organismo delicato in equilibrio tra l’apporto salino dal mare, attraverso canalizzazioni, e quello dolce dei rii. Ora qualunque cosa si abbia intenzione di fare con la laguna, preliminare sarebbe un’azione concreta  di risanamento  dall’inquinamento industriale, e anche da quell’inquinamento  dato dall’uso di pesticidi proveniente da tutto un entroterra agricolo. A che punto è l’opera di risanamento? (Quali le tecniche più efficaci per portarlo avanti? E chi ne paga il costo?). Quali attività industriali continuano a sversare nelle acque della laguna sostanze nocive? Quali residui tossici, noti od occulti, stanno presso le rive della laguna? Senza una azione, lunga e complessa, di serio risanamento, credo non sia possibile nessuna di quelle attività auspicate in campagna elettorale: sportive, turistiche, di pesca o di allevamento di mitili nelle acque di S. Gilla. E questa azione non può essere intrapresa senza un coordinamento tra i Comuni che insistono sulla laguna: dunque Elmas, Assemini, Capoterra, Cagliari. A meno che ogni Comune non pensi di ritagliarsi un pezzo di stagno di sua pertinenza. E la Regione e lo Stato centrale sono chiamati a fare la loro parte. A che punto sono i primi passi per un incontro intercomunale, per un coordinamento? C’è la necessità che la popolazione abbia informazioni  tecniche dettagliate su una realtà anche complessa. E i tecnici chiamati a spiegare, a chiarire dovranno conquistarsi la fiducia dei cittadini. C’è un grande deficit di informazione sullo stato della laguna. E credo ci siano rimozioni e silenzi interessati.

Urbanistica

Last but not least:  l’assetto urbanistico di Elmas. Credo che dall’Autonomia ad oggi gran parte del territorio di Elmas sia stato compromesso da uno sviluppo urbanistico assecondato  dalle amministrazioni che si sono succedute.  Si può avere allo stesso tempo sviluppo dell’edilizia e armonico equilibrio con l’ambiente, con la natura? Sviluppo dell’edilizia finisce per rispondere soprattutto al profitto dell’interesse privato, di quell’industria, delle sue imprese, comportando un continuo consumo di suoli. Quale edilizia, allora?  Contenimento, anziché sviluppo (penso ad azioni di ristrutturazione e di recupero). Questioni, come si vede, complesse. Rimango comunque alquanto scettico.

Articoli correlati

Rispondi

Please enter your comment!
Scrivi il tuo nome e cognome

TAG

I più letti