Tuesday 13th April 2021,
Equilibri Circolo dei lettori di Elmas

25 aprile

Tonino Sitzia 1 Maggio 2020 Poesie 3 commenti su 25 aprile

Giorni sono stati, quasi un secolo,

dilatati e sgomenti

sospesi e affranti

con  frammenti di popolo

a ritrovarsi, come in trincea,

a ritrovare un comune linguaggio

nei segni e sentimenti e gesti,

giorni di sospensione,

con flash di immagini,

cadute ed eroismi,

bianchi fantasmi salvifici,

e pezzi di memoria

sacrificati,

e balconi festanti

a esorcizzare la paura,

talismano per rinascere.

Poi una mattina mi sono alzato

Bella ciao a cantare,

e come un risveglio

da albe nebbiose

son riapparse quelle immagini

sbiadite eppur vibranti

di uomini e donne,

giovani e staffette partigiane

a scegliere la macchia,

a percorrere le valli

e le città aperte,

epopea di riscossa

a sabotare le ingiustizie,

verso un mondo nuovo,

e molti sono rimasti

nei muri crivellati

e nei cimiteri di campagna

lontani dai propri,

e noi oggi e di questi tempi

come un viatico nel cammino

ne abbiamo bisogno,

come nani

sulle spalle di giganti,

perché da loro

siamo nati.

 

Tonino Sitzia

1 maggio 2020

Autore

3 Comments

Scrivi un commento