25 Aprile 2024
No menu items!
Non basta

Se bastasse il cervello                                  
A comprendere il tutto

Se il cuore dell’umanità
battesse all’unisono
 
Se bastassero le mani
a stringere in un abbraccio

Se bastassero gli occhi
a distinguere i diversi colori 
e vedere oltre l’orizzonte

e le lacrime a placare
gli infiniti dolori

Se bastassero le orecchie
a sentire i multiformi suoni
dell’universo e altro

Se bastassero le gambe
all’incontro nel cammino

Se bastasse il sangue 
innocente, lento e copioso 
nei marciapiedi del mondo

La parola, resta, 
urlata, sussurrata 
come un respiro,
inascoltata e talora muta,
limpida e chiara
tra le foglie al vento 

Articoli correlati

1 commento

  1. C’è una grande e terrificante Innominata nei versi di Tonino. Come se avesse prefigurato una società umana dove anche quel nome fosse un tabù.
    Vedo e sento in TV un teologo che, cercando di spiegare, dice: “è l’odio, è l’odio” la causa, e parla del cuore indurito e fratricida dell’uomo; e ricorre alla Bibbia, e fa il nome di Caino che uccide il fratello Abele… Mi cascano le braccia.
    Me ne vado in quella soffitta, con tutti i miei limiti, cercando di incontrare Marx dove gli eredi lo hanno relegato. E penso a Gramsci, cacciato dall’Italia e dall’Europa, esule per il mondo dove è riconosciuto e accolto.

Rispondi

Please enter your comment!
Scrivi il tuo nome e cognome

TAG

I più letti