28 Gennaio 2023
No menu items!
HomePrimo PianoIN OCCASIONE DELLA GIORNATA DELLA MEMORIA 2023

IN OCCASIONE DELLA GIORNATA DELLA MEMORIA 2023

Tra qualche giorno, il 27 gennaio, celebreremo la Giornata della Memoria in ricordo delle vittime dell’Olocausto che, per mano della Germania nazista, provocò l’uccisione di un terzo del popolo ebraico e di migliaia di persone ritenute “inferiori” per motivi politici o razziali, di minoranze etniche, omosessuali, portatori di handicap mentali o fisici.
Poiché tra le vittime ci furono almeno un milione e mezzo di bambini, per non dimenticare le piccole vittime innocenti nei campi di concentramento, vorrei proporre ai lettori di Equilibri la commovente poesia “C’è un paio di scarpette rosse”  scritta dalla poetessa, scrittrice e partigiana Joyce Lussu. 
La poesia è stata scritta nel 1945 quando si venne a conoscenza del’orrore e del drammatico destino dei bambini nei campi di sterminio nazisti, eliminati per primi proprio perché erano bambini.  

C’è un paio di scarpette rosse

C’è un paio di scarpette rosse
numero ventiquattro
quasi nuove:
sulla suola interna 
si vede ancora la marca di fabbrica
“Schulze Monaco”.
C’è un paio di scarpette rosse
in cima a un mucchio di scarpette infantili
A Buchenwald.
Più in là c’è un mucchio di riccioli biondi
d ciocche nere e castane a Buchenwald.
Servivano per fare coperte per i soldati.
Non si sprecava  nulla
i bimbi li spogliavano e li radevano
prima di spingerli nelle camere a gas.
C’è un paio di scarpette rosse
di scarpette rosse per la domenica
A Buchewald.
Erano di un bimbo di tre anni,
forse tre anni e mezzo
chi  sa  di che colore erano gli occhi
bruciati nei forni,
ma il pianto lo possiamo immaginare
si sa come piangono i bambini.
Anche i suoi piedini li possiamo immaginare
numero ventiquattro per l’eternità
perche i piedini dei bambini morti
non crescono.
C’è un paio di scarpette rosse a Buchenwald
quasi nuove
perché i piedini dei bambini morti
non consumano le suole. 

Articoli correlati

Rispondi

Please enter your comment!
Scrivi il tuo nome e cognome

TAG

I più letti