20 Settembre 2021
No menu items!
HomeConcorsiConcorso “La nostra vita nei mesi della pandemia, tra angoscia e resistenza”

Concorso “La nostra vita nei mesi della pandemia, tra angoscia e resistenza”

Il 7 maggio 2021 alle ore 18 si è svolta, in modalità on line, la premiazione del Concorso “La nostra vita nei mesi della pandemia, tra angoscia e resistenza”, la cui scadenza era il 28 febbraio scorso. Le opere presentate, nelle sezioni Bambini/Ragazzi e Adulti, sono state 19, tutte degne di merito e per cui ringraziamo tutti gli autori, senza i quali il Concorso non si sarebbe tenuto. Intendiamo pubblicare tutte le opere, in primis quelle dei vincitori e poi le altre. Una nota: 13 sono state le opere di donne (comprendendo bambine e ragazze), 6 di uomini.

La Giuria

La Giuria, che ringraziamo per la disponibilità a esaminare le opere, era composta da Simonetta Partolino, docente di Lettere presso il Liceo Classico e Scientifico “Euclide” di Cagliari, che ha collaborato negli ultimi anni con Equilibri in Progetti relativi al Giorno della Memoria, Carla Cristofoli, docente di Italiano a Parigi, autrice di racconti premiati in diversi Concorsi e animatrice del CIF di Sestu, e Giorgio Polo, artista eclettico (muralista, pittore, scrittore, autore e regista teatrale), impegnato sui vari fronti del sociale.

I premiati con le motivazioni della Giuria

POESIE E RACCONTI DI BAMBINI E RAGAZZIMenzione speciale per la capacità di riflessione su un evento dai contorni così difficili da definire a questi tre elaborati:

“Andrà tutto bene” di Beatrice Ambu
“Il Covid e il mondo” di Emma Porcedda
“La poesia della Pandemia” di Cloe Lai
EX AEQUO 1° premio a questi  2 elaborati per l’originalità, l’organizzazione e la struttura narrativa:
“La strana storia di Kumico” di Sara Galassi
“La mia giornata nella zona gialla” di Alice Poggi
RACCONTI ADULTI – Menzione Speciale a questo racconto (“L’eredità”) per la sua particolare originalità, in cui spiccano metafore evocative del prezioso passaggio delle tradizioni da una generazione all’altra.
“L’eredità” di Silvana Picardi
EX AEQUO 1° Premio a questi due elaborati: entrambi molto originali pur partendo da punti di vista differenti (uno con il rapporto intimo con gli oggetti del quotidiano e l’altro per la sua riflessione sulla mancanza)
“Un raggio di luce” di Giorgio Di Maggio
“Viaggio dentro casa ai tempi del Covid” di Cristiana Sarritzu

La giuria tiene ad esprimere il proprio compiacimento per la qualità di tutti i racconti nel loro insieme, nessuno escluso. Ognuno di loro ha saputo esprimere un aspetto rilevante di questo periodo di difficoltà. Pur partendo da eventi personali sono riusciti a non cadere nell’autoreferenzialità e a esprimere dei concetti nei quali ognuno potrebbe riconoscersi.

  

POESIA ADULTI: EX AEQUO 1° Premio a questi due elaborati:
“Come il vento” di Ada Firino
“Semplicemente speranza” di Marina Cozzolino

Giustifichiamo l’ex aequo poiché ci sembra che esse esprimano i due estremi della pandemia, dal lutto personale alla speranza comune di ritrovare una vita normale.
‘Come il vento’ perché riesce a condensare in un’immagine poetica l’esperienza dolorosa e luttuosa.
‘Semplicemente speranza’ perché dimostra una bella abilità a giocare con la poesia e la sua sonorità e esprime un gioioso moto di speranza.
 

Articoli correlati

Rispondi

Please enter your comment!
Scrivi il tuo nome e cognome

TAG

I più letti