9 Maggio 2021
No menu items!
HomeRubrichePoesiePoeti e poesie

Poeti e poesie

Saltimbanchi sono i poeti,

e menestrelli e inascoltati giullari,

e trovatori e prosatori ilari,

giocolieri e frombolieri matti,

tra essi argute donzelle

con le rime si fan belle,

tutti insieme menano la danza

delle parole a girotondo

quasi come un ballo tondo

non sottobraccio ma a distanza.

Tempi, questi, sospesi e cupi,

ci si protegge come lupi,

muri, frontiere e maschere,

tempi che già furono di epidemie,

che tornano come pandemie

e allora ben vengano le poesie

elevate e scurrili, falliche e pie,

giocose o graffianti come arpie

con rime ora alternate, o baciate,

oppure libere o incatenate

purché mordano le teste Coronate

 

Tonino Sitzia

(Divagazioni semiserie ai tempi del Coronavirus)

Marzo 2020

 

 

 

Articolo precedentePatagonia
Articolo successivoFrammenti di versi
Articoli correlati

Avanguardie

Dal balcone

Meteo-ironia

1 commento

  1. Tonino ha dato il la: sarebbe interessante e cosa buona se in questi giorni casalinghi, altri versi seguissero ad alleggerire ansie e cupezze inevitabili.

Rispondi

Please enter your comment!
Scrivi il tuo nome e cognome

TAG

I più letti