5 Agosto 2021
No menu items!
HomeRubrichePoesieBiddas de Marmidha

Biddas de Marmidha

Biddas de Marmidha

Comenti a sciscillònis de axina
poberas luxis de lampadinas
acarraxiadas de sa noti:
Biddas ammiantis a mes”e costa.
O strangiu chi intras in d’unu barri
de una de custas biddas assoladas,
de custu logu asseliau -totu mogorus
i abbitau de anghelus ispampanaus
a color”e narbedda-
nd’asa porri liai s’essenzia
in sa cara de su fetianu a sa sola
setziu inconchinau subr”e sa nuixedda
de anisetta e gazosa
impresonada in sa tassa sua.

Paesi di Marmilla

Grappoli radi di povere lampadine
assediate dalla notte:
i villaggi a mezza collina
di là ammicanti.
Forestiere che entri in un bar
d’uno di questi paesi sparsi,
del paesaggio tutto collinette,
vagato dal silenzio
con i suoi angeli malva e straniti,
ne potrai cogliere una sintesi
nel volto dell’avventore chino
sulla nuvola d’anice e gassosa
imprigionata nel suo bicchiere.

Poesia segnalata al ‘Premio d’arti Faustino Onnis’
2° edizione 2014

Articoli correlati

Avanguardie

Dal balcone

Meteo-ironia

Rispondi

Please enter your comment!
Scrivi il tuo nome e cognome

TAG

I più letti